Risparmiare l’inchiostro della stampante senza perdere qualità




I software più utili per avere stampe economiche, rapide e di buona qualità

Per quanto le stampanti si siano sempre più evolute nella gestione e nel risparmio delle cartucce, con l’aiuto dei giusti software si può ottenere un’ulteriore riduzione dei consumi di inchiostro senza intaccare la definizione delle stampe.
Gli spazi salva inchiostro
Grazie all’uso di stmapnanti verdi si possono raggiungere risparmi del 20% (nella descrizione online si arriva a parlare del 50%) sull’utilizzo dell’inchiostro grazie a piccolissimi fori che tale programma realizza nei caratteri stampati, il tutto lasciando comunque inalterata la leggibilità dei testi. La stampante utilizzerà meno inchiostro, per via dei fori invisibili, ma i testi non perderanno qualità.
Ecofont è disponibile anche come demo in versione gratuita ed il costo per una licenza non è comunque esoso.
La stampa low cost delle pagine web
Quando si ha necessità di stampare una pagina direttamente dal web ci si imbatte spesso nella presenza di immagini e scritte di contorno al testo che ci interessa, solitamente poco utili se non totalmente inutili e molto dispendiose in termini di inchiostro consumato per stamparle. Ma grazie ai giusti software si può ovviare al problema. Usando Print Friendly per Chrome o Print Edit per Firefox, oltre ad avere un’icona per la stampa direttamente sulla barra degli strumenti per velocizzare le operazioni, si ha la gestione completa di ciò che appare in video così da rimuovere tutto quanto è di troppo (banner, immagini, ecc…) rispetto al testo a cui si è interessati. Entrambi i programmi funzionano come estensioni dei rispettivi browser e sono semplici da installare ed usare, oltre ad offrire funzioni accessorie come il salvataggio delle pagine in formato PDF.
Stampare con qualità ma ottenendo anche un buon risparmio di inchiostro è più che possibile, con grande sollievo in termini di risparmio per le proprie tasche e con un occhio di riguardo alla salvaguardia dell’ambiente.

Collaborazione Samsung e Kodak per le stampanti inkjet




Due grandi aziende, Samsung e Kodak hanno deciso di allearsi e lavorare insieme per produrre oggetti molto complessi con tante funzioni e così hanno adottato un condivisione per le stampanti inkjet: il motore di queste sarà proprio messo a disposizione da Kodak.

Allora ecco che nasce una stampante Samsung realizzata con Kodak che hanno unito le forze per realizzare stampanti ed all-in-one inkjet con marchio Samsung, ma tecnologia Kodak. La tecnoogia kodak è perfetta per realizzare foto e immagini di alta qualità e in pratica, possiamo dire che da fuori la stampante sembra un prodotto realizzato al 100% da Samsung, mentre in realtà se si entra nel profondo dell’apparecchio possiamo notare il motore firmato Kodak. Se dovrete sostituire una cartuccia rigenerata deve essere di ottima qualità su quyesti macchinari per avere una ottima risoluzione di immagini e stampa, quindi affidatevi a dei rivenditori specializzati per evitare di rovinare i macchinari. Infatti sappiamo che può succeder che il toner rigenerato se non viene correttamente inserito nella cartuccia può provocare danni e perciò ne va anche della qualità della stampa e si rischia di spendere molto per ripristinare la stampante a livello di prima.

L’unione dei due brand porta grandi vantaggi ad entrambe le aziende: se Samsung vede un aumento del suo portfolio di inkjet, dall’altro Kodak potrà beneficiare del fatto che si ritrova a lavorare in diversi settori rispetto a prima che sono importanti per la produzione di prodotti di alta qaulità per l’utenza finale .

Pericolo per la salute con i toner




Durante un recente studio, è stato nuovamente sottolineato che il toner e le cartucce di inchiostro per stampanti possono essere nocive per la salute, in paritolcare questa nocivitòà dipende dalle micro-particelle prodotte da alcuni di essi.
Secondo gli esperti infatti esistono delle stampanti laser che sfruttano dei toner che sono responsabili della produzione di micro-particelle nocive per la salute umana. Ovviamente, per esser contaminati da queste paticelle è necessario “respirarle da vicino” a pieni polmoni ad esempio quando si stampa o si fotocpia per lunge ore ongi giorno. La stessa International Laboratory for Air Quality and Health della Queensland University of Technology (QUT) è convinta del fatto che l’attrito che si viene a creare tra carta e toner riscaldato forma queste polveri dannose per i polmoni. é infatti consigliabile sempre avere la stampante vicino alla finestra e anche la fotocopiatrice per aprire e fare cambiare l’aria.

Dall’altra parte, troviamo HP che è convinta del fatto che non vi sia alcun rapporto tra le periferiche di stampa e la salute dell’essere umano. Chi avrà ragione?

Secondo gli studi condotti proprio da HP, le particelle nocive non sarebbero generate dai toner ed è un fenomeno che non può esser ricondotto alle stampanti laser. Ma sarà veramente così?

Le nuove stampanti multifunzione di Canon

Canon offre ai suoi clienti sempre tante novità per quel che riguarda il mondo delle stampanti multifunzione, ecco che oggi sono in arrivo nuove novità per quanto concerne il mondo delle stampanti.

Sono ben quattro i nuovi dispositivi monocromatici in formato A3 che sono stati presentati da Canon come stampanti multifunzione, e queste stampanti sono pensate per gli uffici più grandi, dove c’è sempre bisogno di una ottima velocità di stampa e l’affidabilità e lòa qualità dei macchinari sono fondamentali per una buona riuscita del lavoro. Grazie a questi dispositivi, Canon è riuscita a completare il line-up delle sue stampanti multifunzione della serie image RUNNER ADVANCE di seconda generazione e ha lanciato la serie 4200.

Queste stampanti sono create infatti in maniera tale da poter aiutare le aziende di diverse dimensioni, con un prodotto che è in grado di offrire una produttività di fogli davvero interessante e efficace.

Si parla di produttività in bianco e nero a 25, 35, 45 e 51 ppm, e capacità di carta fino a 4.980 fogli, con alta efficienza energetica. Insomma, con questi prodotti Canon si potrà ottimizzare la propria attività nei migliori dei modi!

Nuove cartucce HP 301v1 – 301XLv1

Da maggio del 2012 il marchio di stampanti HP ha iniziato ad aggiornare le proprie cartucce di inchiostro HP 301e HP 301XL sia nero che a colori. Le cartucce di inchiostro aggiornate sono compatibili sia con le stampanti attuali sia con quelle future che utilizzeranno questi modelli di cartucce.
Hp riferisce che queste modifiche alle cartucce in pratica sono state progettate pensando anche alle stampanti che verrano messe in commercio in futuro che avranno varie nuove funzioni, per offrire nuove funzionalità e essere compatibili anche con queste.
Le cartucce disponibili prima della primavera 2012 per hp laser color toner o altro tipo non saranno infatti più compatibili con determinate stampanti e dispositivi All-in-One messi in commercio nel 2013.
si può controllare se si possiede la versione aggionrata o no delle cartucce e delle ricariche cartucce hp, ecco come.
Se la cartuccia è nuova ed è ancora nella confezione, bisogna individuare la data di scadenza della garanzia nella parte posteriore della confezione. Se è presente la sigla “v1″ a destra della data, vuol dire che la cartuccia è quella aggiornata.
Se invece la cartuccia è già stata rimossa dalla confezione ed è ormai aperta, si deve controllare la data di scadenza della garanzia sulla cartuccia.
HP 301 e HP 301XL: per questi tre formati , se la data di scadenza della garanzia è 01/07/2014 o successiva, la cartuccia è già nella versione aggiornata.
Quindi controllare sempre le vostre cartucce per verificare se sono quelle aggiornate e nuove o no anche al momento dell’acquisto per evitare di comprare cartucce ormai datate.